IL MISTERO DEL DIPINTO PERDUTO DI JAN VAN EYCK

Jan van Eyck fu il più grande pittore fiammingo del XV secolo. Le notizie sulla sua vita sono frammentarie: ignoriamo la data esatta di nascita mentre sappiamo con certezza l’anno della morte (1441). Nativo di una regione al confine tra Germania e Olanda che si chiamava Campine, fu al servizio del Duca di Borgogna Filippo il Buono. Il suo servizio comportava mansioni speciali: non solo pittore e inventore di “effetti speciali” per il castello delle meraviglie nella città scomparsa di Hesdin (1), ma anche varlet de chambre, diplomatico e forse agente segreto. Continua a leggere